Cose mai viste, Culturability 2017

cosemaiviste

Cose mai viste, Culturability 2017

Asnada, Nuovo Armenia e Gina films sono fra i 15 selezionati di Culturability 2017!

Con il progetto “Cose mai viste” abbiamo tutti una grande occasione per iniziare a ristruttura la Cascina di via Livigno e provare a rendere reale il sogno di uno spazio collettivo, dove cinema, pedagogia e conviviali si intreccino in una nuova idea di socialità e di cultura. Inizia ora il percorso di formazione organizzato dal team di Culturability: tre giornate a Napoli e tre a Bologna!

cosemaiviste

Comunicato stampa.

Ecco i 15 finalisti del bando culturability Selezionati fra i 429 progetti arrivati da tutta Italia

Entra in una nuova fase il percorso del bando della Fondazione Unipolis che stanzia 400 mila euro per progetti culturali di rigenerazione

Sono stati selezionati i 15 finalisti del bando culturability – rigenerare spazi da condividere, scelti fra i 429 progetti candidati da tutta Italia alla call, promossa dalla Fondazione Unipolis, per sostenere iniziative culturali innovative ad alto impatto sociale, che rigenerano e danno nuova vita a spazi, edifici ed ex siti industriali abbandonati.

Il processo di selezione non è stato semplice, considerato il numero, la qualità e la visione dei partecipanti. Oltre il 50% dei progetti scelti arriva dal sud e dalle isole, da queste regioni sono non solo numerose ma anche di grande valore le iniziative pervenute. Questi i progetti e la loro collocazione geografica: Area Archeologica Giardini Luzzati: Lo Spazio del Tempo (Genova) | Ariston in Action (Penne – Pescara) | BooqSurf (Palermo) | Comunità CulturAles (Ales – Oristano) | Cose mai viste (Milano) | Evocava – Museo evocativo delle cave (Mazara del Vallo – Trapani) | Ex-COL (Sassari) | FaRo – Fabbrica dei saperi a Rosarno (Rosarno – Reggio Calabria) | L’asilo (Napoli) | Lottozero / textile laboratories (Prato) | Mapping In Progress – Geografie del Desiderio (Monselice – Padova) | MET. Meticceria Extrartistica Trasversale (Bologna) | #RifugioBoggioLera (Catania) | Shuffle Screening (Copertino – Lecce) | Spazio Faber (Genova).

A seguito di questa prima selezione, i finalisti sono stati ammessi al percorso di supporto e accompagnamento, finalizzato a migliorare e sviluppare le proposte, ma anche ad offrire un’occasione di formazione e crescita ai giovani partecipanti. I team seguiranno workshop, avranno un’assistenza individuale e momenti di revisione critica dei progetti, che dovranno poi essere rivisti e rinviati a Unipolis entro il 3 agosto. Tra questi, nel mese di settembre, una Commissione di esperti selezionerà 5 progetti che riceveranno 50 mila euro ciascuno e continueranno l’attività di mentoring. Complessivamente, 400 mila euro stanziati dalla Fondazione Unipolis, tra contributi economici per lo sviluppo dei progetti selezionati, attività di accompagnamento per l’empowerment dei team, rimborsi spese per partecipare alle attività di supporto. Anche per questa quarta edizione del bando, il percorso di mentoring sarà seguito da Avanzi/Make a Cube3 e Fondazione Fitzcarraldo, partner dell’iniziativa.

Inoltre, grazie alla collaborazione con la Direzione Generale Arte e Architettura Contemporanee e Periferie Urbane del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, la Commissione selezionerà tra i finalisti altri 2 progetti ai quali attribuire una “menzione speciale” e un contributo di 10 mila euro ciascuno.

Già negli scorsi anni, i tre bandi precedenti della Fondazione Unipolis hanno riscontrato ottimi risultati di partecipazione, in termini di progetti aderenti e di qualità delle proposte, come dimostrato dai successi delle realtà sostenute che continuano i loro percorsi di sviluppo. Complessivamente, per le quattro edizioni Fondazione Unipolis ha investito un milione e 500 mila euro e oltre 2.770 sono stati i progetti partecipanti.

Bologna, 25 maggio 2017